Trova dietista

Autore: cecilia soldati

10/12/2017

“Ispirato alle discipline orientali e alla filosofia zen in particolare, il libro di Dominique Loreau é insieme una guida pratica e un invito di scoperta a un percorso di scoperta interiore. Ci insegna in modo illuminante e divertente a usare liste per eliminare il superfluo dalla nostra vita, in modo da identificare l’essenziale e concentrarci su quello. Impareremo così a registrare le cose che amiamo e quelle che ci infastidiscono, le nostre qualità e debolezze, i successi, i rimpianti, gli insegnamenti derivati dalla sofferenza, le azioni di cui andavamo fieri, le situazioni che ci hanno fatto ridere; e soprattutto, le speranze e gli obiettivi. Perché scrivere dà forza alle parole.Come utilizzare il principio delle liste in Nutrizione? Elaborando delle Liste che “condensano”. Ecco qualche esempio: Lista dei piatti preferiti, Lista dei motivi per perdere peso, Lista dei cibi “coccole”per momenti di tristezza, Lista dei sapori e degli odori che amate, Lista delle combinazioni e dei colori che preferite nel piatto, Lista delle ricette stagionali, Lista dei Menu domenicali, Lista dei menu per i giorni di pioggia o di neve o di sole, Lista dei menu con gli amici a dieta perenne… Dominique Loreau é una giornalista e scrittrice francese. Si é trasferita in Giappone da oltre vent’anni. Del suo paese d’adozione ha assimilato filo

Pubblicato in Letture sfiziose
26/03/2020

State tutti in casa…andrà tutto bene, state con i bambini e giocate con loro, non uscite di casa se avete più di 65 anni, fatevi portare la spesa a casa, lavorate da casa (skype, telefono,…).

Questi consigli preziosi e tanti altri, possono contribuire a fermare il contagio, ad alleviare le sofferenze degli ammalati oltre che a non sovvracaricare l’intero sistema sanitario.

Cosa possiamo fare per manterenere una sana alimentazione e digestione e tenerci occupati (utili) ?

Fra le tante ricette casalinghe, numerose richiedono per l’impastoil lievito fresco o desidratato (granellini).Possiamo fare scorte di bustine e cubetti, oppure optare per realizzare in casa IL LIEVITO MADRE O PASTA ACIDA.In internet, si trovano tutti i procedimenti possibili ed i vari suggerimenti di coloro che lo usano al quotidiano, da anni, non solo i maestri panettieri e le pasticcerie che realizzano i tradizionali panettoni.

La ricetta è semplice, richiede un’attenzione particolare, tempo (questo c’é), non partire in vacanze (e chi ci pensa?) e prendersi cura come si accudirebbe una piantina.

26/03/2020
Dakos, Pomodoro, Olive, Olio D'Oliva, Ramo, Foglie

Una buona  nutrizione può aiutare il nostro organismo a proteggerci da un eventuale infezione da virus, batteri e microrganismi vari; le dietiste ticinesi vogliono darvi dei consigli per potenziare il vostro sistema immunitario con l’assunzione di alimenti particolarmente utili in questo senso

Quando un microrganismo riesce a superare le barriere rappresentate dalle cute e dalle mucose (siano esse dell’apparato respiratorio o dell’apparato gastroenterico), si trova immerso in un ambiente infinitamente migliore di quello da cui proveniva : temperatura costante, la ricchezza di elementi nutritivi e le numerosissime fonti di energia fanno dell’ambiente interno di un organismo una meta molto ambita dai microrganismi, un terreno di cultura ideale per poter crescere e moltiplicarsi .

Il sistema immunitario ci difende dall’aggressione di questi microrganismi pericolosi, con la produzione di sostanze tossiche ,

02/05/2018

È stato dimostrato da studi internazionali che un’alimentazione preventiva è composta in prevalenza da: . Cereali e pseudo cerali completi . Leguminose . Frutta e Verdura. Mentre un’alimentazione con alcolici, carni rosse trasformate e ricche in sali e grassi è correlata ad un maggior rischio di tumori (congresso EFAD 29-30.9.2017 Rotterdam). In 3 tappe : Come far grigliate la carne sul BBQ senza aumentare i rischi di tumore secondo l’American Institue for Cancer Research Premessa: Cuocere la carne ad alte temperature come con il BBQ può liberare sostanze nocive , quest’ultime sono in relazione con il rischio di tumore. Le sostanze nocive sono gli idrocarburi policiclici aromatici (PAH), identificati nelle fiamme, poiché aderiscono alla carne in caso di fuoco « aperto », alcune forme di ammine eterocicliche (HCA) liberate in caso di cotture di carne ad alte temperature. Dei test condotti in laboratorio hanno mostrato che queste sostanze possono modificare il DNA . Altri studi hanno messo in evidenza che un’alimentazione ricca in carni rosse aumenta il rischio di contrarre dei tumori nella zona colorettale e che il consumo di carni trasformate (affettati, hamburger, insaccati, carni affumicate, salsiccia,…) anche se consumati in piccole quantità ma regolarmente, aumentano il rischio di tumore al colon ed allo stomaco. Occorre pertanto ridurre il consumo di carne rossa ed evita

Pubblicato in Blog | Tags:
27/04/2018

Fa tendenza consumare tutto in un unico piatto o ciotola. Come mai piace questo nuovo comportamento alimentare? Basta guardare qualche ricetta in internet o al ristorante o alle caffetterie delle università per scoprire delle composizioni artistiche, piene di colori vivaci e naturalmente invitanti. Alcune sono preparate con carni o pesce , altre sono vegetariane ed altre vegan, come le ciotole per la colazione. Vengono anche chiamate: Buddha bowls, « ciotole di Buddha » dalla forma tonda e prominente come una pancia… Gli ingredienti sono inseriti in maniera studiata in ciotole colorate, con piccoli motivi o addirittura in ciotole di terracotta o ceramiche raffinate (ciotole giapponesi smaltate dalle mille sfumature). Dal punto di vista nutrizionale permettono di realizzare pasti equilibrati, sani, adeguati ai propri fabbisogni e non da ultimo, all’insegna di un discorso di sostenibilità in quanto permettono il riutilizzo di « resti » di cucina. Ma cosa devono contenere affinchè siano « completi »?verdure, germogli, cotti e crudi, preferibilmente locali e di stagione, colorati ( verde, viola o arancione). Il taglio della verdura rende il piatto originale e variato alla nostra vista ( rondelle, tocchetti, bastoncini, taglio sul lungo,…) – farinaceo: cereali o pseudo cereali oppure pane o cräc

Pubblicato in Letture sfiziose
18/04/2018

Ecco un interessante documento che alcune dietiste hanno ricevuto partecipando al congresso NutriMi a Milano negli scorsi giorni. Sta diventando sempre più importante combattere le false informazioni che circolano in rete e non solo! Ed è proprio per questo motivo che è stato creato questo gruppo.

Pubblicato in Articoli | Tags:
12/12/2017

Il termine Diet industry definisce iniziative commerciali che propongono soluzioni e programmi per perdere peso, fraudolenti e dannosi. Dai libri di diete speciali, agli integratori alimentari, diete a punti, diete che usano le medicine complementari come dimagranti, diete basate su test di intolleranze alimentari. Le promesse sono molto allettanti: è facile, sano, naturale, è infallibile. Malgrado il termine Diet industry appaia già nel 1864, esso non potrebbe essere più attuale. Attualmente trova l’alleato di internet e dei social, e il mondo della diet industry da vita ad un bombardamento di false notizie su alimentazione e perdita di peso. A dare maggior credibilità a queste false notizie sono persone che sfruttano i loro titoli di studio e la loro visibilità per guadagnare follower pazienti. Così è facile incontrare professionisti abilitati che vendono intolleranze, sostengono digiuni, oppure propongono p.es. diete del DNA. Uno specialista che pensa di risolvere l’eccesso di peso prescrivendo semplicemente una dieta, sta promuovendo una falsa notizia in legame all’alimentazione – insomma, una “nutrition fake”. Non solo nel labirinto del mondo digitale, ma anche nella stampa, molte persone si definiscono “consulenti dietetici”. Per distinguere quali persone sono abilitate a esercitare professionalmente il mestiere, è stato creato il marchio “Dietista ASDD” (Associazione Svi

Pubblicato in Articoli
05/12/2017

Chiara Giacoletti, laureata nell’ottobre 2014 Come ti senti adesso che sei dietista e cosa cambia per te? Esercito la professione di dietista dal 2014 e lavoro in svizzera dal 2015. Sono grata di avere l’opportunità di mettere in pratica tutti gli studi svolti e di poter migliorare la qualità di vita e di salute dei miei pazienti, lavorando a stretto contatto con un team multidisciplinare. Quale percorso di studi hai scelto e perché? Mi sono laureata nel 2014 presso l’università degli studi di pavia con il massimo dei voti e ho conseguito una specializzazione in alimentazione e nutrizione umana presso l’università degli studi di Milano nel 2017. Ho scelto di frequentare il corso di laurea di dietistica presso l’università di pavia in quanto è tra le più rinomate in europa per il settore medico. La mia formazione a pavia è stata ben organizzata e mi ha fornito conoscenze essenziali. Ho deciso inoltre di conseguire un master in alimentazione e nutrizione umana per specializzarmi ulteriormente. Racconta di un tuo progetto nel cassetto Il mio obiettivo e progetto futuro consiste nel non fermarmi mai nel mio personale aggiornamento professionale. La nutrizione è una scienza recente, in continuo cambiamento e aggiornamento e per svolgere il mio lavoro al meglio credo sia essenziale essere sempre a conoscenza di tutte le novità in me

Pubblicato in Articoli